Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

Griffiths III

Ruth Griffiths, ARICD - Association for Research in Infant and Child Development

Sintesi

Finalità: assessment dello sviluppo generale
Età/target: 0-5.11 anni (71 mesi)
Caratteristiche: test di performance con utilizzo di oggetti e immagini
Composizione:
5 scale, 321 item
Somministrazione: forma: individuale
tempo: 90’ circa
Psicometria:
norme continue per età; punteggi età equivalenti (mesi), punti scalari, percentili, stanine, quoziente di sviluppo
Campione:
426 bambini dal Regno Unito e Irlanda, in 6 fasce d'età (1-6 anni)
Edizione italiana: Silvia Lanfranchi, Monica Rea, Renzo Vianello e Rosa Ferri
Data di pubblicazione: ottobre 2017
Qualifica: B1+
Evoluzione delle Griffiths: da GMDS a Griffiths-III

La Association for Research in Infant and Child Development (A.R.I.C.D.) ha portato a termine il lungo lavoro di ristrutturazione e ristandardizzazione delle Griffiths Mental Development Scales (GMDS). La nuova versione, denominata Griffiths III, è stata standardizzata su un campione rappresentativo della popolazione target, in Gran Bretagna e Irlanda, e pubblicata da Hogrefe Limited, la nostra consorella di Oxford.

Il test è oggi tradotto in italiano. Tutti i materiali cartacei sono stati tradotti: manuale parte I (parte generale e proprietà psicometriche della versione inglese), manuale parte II (istruzioni per la somministrazione e lo scoring), set di carte stimolo, protocollo di registrazione e libretto per disegnare sono in italiano. 

Le Griffiths III riflettono i feedback raccolti negli anni dai clinici del settore, gli avanzamenti nell’ambito delle analisi statistiche e della ricerca relativa ai processi di sviluppo dei bambini (a livello del neurosviluppo, della regolazione delle emozioni e del gioco). Le nuove Griffiths rappresentano di per sé un’evoluzione, che si basa sulla modifica e il rinnovamento di oltre l’80% della struttura e del contenuto del test nella sua versione originale. La nuova batteria è più diretta, più facile da somministrare, ridotta di un terzo nel numero degli item e nella fascia di applicazione (che va dalla nascita a 5 anni e 11 mesi), modernizzata in termini di materiali stimolo e più integrata relativamente alla struttura delle norme e all’uso dei protocolli.

La sequenza di somministrazione è chiara e semplice, e anche i materiali del test sono stati raffinati.

Non sussiste più la necessità di differenziare le norme tra i due gruppi di età, 0-2 anni e oltre i 2 anni, per cui le Griffiths III sono in grado di offrire un assessment senza limitazioni, che si sviluppa lungo 5 domini, uno in meno rispetto alla versione precedente. La fascia d'età presa in considerazione (0-6 anni) è più ristretta rispetto all'insieme delle precedenti versioni (0-2 + 2-8), avendo eliminato gli anni da 6 a 8 che sono quelli per i quali l'identificazione dei possibili disturbi o ritardi nello sviluppo diventa superflua. Questo ha permesso di creare una batteria più agile su un range d'età ampio. Le nuove norme inglesi consentono di controllare l’“effetto Flynn” e minimizzare i bias culturali. 
Nascondi [ - ]

Informazioni tecniche

Vantaggi rispetto alla precedente edizione

Le Griffiths III sono strumento nuovo, moderno e aggiornato: più che l’aggiornamento di un test che storicamente viene identificato come uno dei più importanti per la valutazione del profilo di sviluppo nei bambini molto piccoli, esse rappresentano un nuovo strumento di valutazione: 111 item sono totalmente nuovi e 104 sono stati modificati e aggiornati.

Non più due kit diversi, ma un unico strumento per un ampio range di età: l'abbandono di un sistema di valutazione costituito da due scale diverse per fasce di età giustapposte rende le Griffiths III un test molto più agevole da somministrare e padroneggiare, e garantisce una migliore continuità nel caso di follow-up o valutazioni ripetute nel tempo.

Indicazioni cliniche più efficaci: le 5 scale di cui le Griffiths III si compongono consentono di effettuare una valutazione molto più dettagliata e accurata delle basi dell'apprendimento, degli aspetti attentivi e mnestici del bambino, nonché di quelli legati allo sviluppo sociale ed emotivo. Scale come Linguaggio e comunicazione e Personale-sociale-emotiva offono informazioni particolarmente utili che possono acquisire rilevanza nella diagnosi di alcuni disordini del neurosviluppo. 

Applicazioni

In ambito clinico le Griffiths III contribuiscono alla valutazione e all’intervento terapeutico di una serie di disturbi infantili, quali ritardo dello sviluppo, HIV/AIDS, disturbi dell'udito, ritardo del linguaggio, ritardo motorio grave, l'autismo, disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), difficoltà di apprendimento, sindrome di Down, privazione ambientale, paralisi cerebrale, epilessia e prematurità.

In contesti educativi, possono essere utilizzate per la valutazione e la pianificazione degli interventi educativi, per l’identificazione precoce di bambini scolasticamente “a rischio”, e per il collocamento di bambini con problemi di apprendimento generali o particolari e di bambini con disturbi dello sviluppo.

Nella valutazione neuropsicologica e nei contesti forensi, contribuiscono alla determinazione dell’attendibilità della testimonianza o alla pianificazione dell’intervento e del collocamento, attraverso una valutazione precoce, un assessment dell’impatto che lesioni cerebrali e altri disturbi neuropsicologici possono avere sullo sviluppo.

Nella ricerca, permettono di definire i profili evolutivi, indicativi di vari disturbi infantili, di stabilire l’impatto degli interventi nel corso del tempo, si impegnano studi longitudinali per mappare e monitorare lo sviluppo dei bambini nel corso del tempo, e in studi cross-culturali per confrontare lo sviluppo di bambini in contesti linguistici diversi.
Struttura

Le Griffiths III si articolano in 5  scale.

Basi dell’apprendimento (Scala A)
Ha sostituito le scale Performace e Ragionamento pratico presenti nella precedente versione. Valuta differenti aspetti della cognizione come l’attenzione, la velocità di elaborazione dell’informazione; aspetti delle funzioni esecutive come flessibilità, ragionamento, curiosità e creatività, organizzazione delle informazioni e pianificazione di soluzioni, formazione di concetti e pensiero sequenziale. Chiama inoltre in causa diversi aspetti visivi e uditivi a breve e lungo termine  e il gioco, considerato come prodotto dello sviluppo cognitivo, emotivo e sociale.
Linguaggio e comunicazione (Scala B)
È stata ridefinita in modo che le differenze tra linguaggio espressivo e recettivo, da un lato, e sintattica, semantica e pragmatica del linguaggio, dall’altro, fossero più esplicite e facilitassero la possibilità di trarre ulteriori considerazioni. Viene valutata anche una componente mnemonica.
Coordinazione oculo-manuale (Scala C)
È stata mantenuta rispetto alla precedente versione, ma completamente ristrutturata in modo da essere più contemporanea nell’aspetto, più divertente per i bambini e soprattutto più in linea con le più recenti ricerche sullo sviluppo neurofisiologico.
Personale-sociale-emotiva (Scala D)
Questa è la scala che ha subito la maggiore revisione. Considera lo sviluppo sociale, personale ed emotivo attraverso un gradiente di analisi molto sottile, che trascende dal mero comportamento uditivo o adattivo. Valuta la capacità di “leggere” le espressioni facciali delle emozioni, l’empatia, la teoria della mente, la presa di prospettiva, la consapevolezza di sé e, nelle fasce di età più elevate, la capacità di autovalutazione e il ragionamento morale.
Grosso-motoria (Scala E)
È stata modernizzata, accentuando gli aspetti di sicurezza nel contesto di somministrazione e inserendo il diretto riferimento ai più recenti concetti di sviluppo posturale e sequenza motoria.
Cosa c'è nel kit?
Il kit si presenta in un bel "trolley da cabina", solido e funzionale per il trasporto, e contiene i seguenti materiali:
  • Manuale parte I: Visione generale, sviluppo e proprietà psicometriche: in italiano
  • Manuale parte II: Somministrazione e scoring: in italiano
  • Manuale parte III: Tabelle normative UK: in inglese
  • Pkg di 10 protocolli di registrazione con fogli di analisi: in italiano
  • Pkg di 10 libretti per il disegno: in italiano
  • Materiale di somministrazione: carte stimolo in italiano, quiet book e giocattoli.
Rispetto alla precedente edizione, i componenti manipolabili del kit - oltre ad essere stati creati ad hoc - sono particolarmenti curati, nei materiali utilizzati e nella qualità dello specifico oggetto. Il kit è prodotto ed assemblato da Testzentrale Deuthschland (Gruppo Hogrefe), il maggiore distributore di test di tutta Europa.
GriffithsIII.jpg
Il protocollo di registrazione italiano

Particolare attenzione è stata dedicata a rendere il protocollo di somministrazione il più chiaro possibile, facendo sì che sia persino più completo di quello originale inglese:

sono stati aggiunti dei codici che indicano gli item che da manuale necessitano di essere somministrati in sequenza, presenti soprattutto nella scala Basi dell’apprendimento;

sono stati indicati quegli item che, pur non essendo obbligatorio somministrare in sequenza, riguardano ambiti tematici simili. Ad esempio, ci sono 5 item che valutano il modo in cui il bambino mangia: nel momento in cui viene affrontato l’argomento con il genitore è utile per il somministratore avere sott’occhio tutte le informazioni da chiedere, per non doverci ritornare più volte nel corso della somministrazione. O ancora: ci sono 4 item volti a valutare la capacità del bambino di denominare gli oggetti presenti in una scatola e risulta più funzionale, una volta tirata fuori la scatola con gli oggetti, valutare subito tutte le abilità di denominazione che riguardano più item non consecutivi e non concatenati;

è stata inoltre evidenziata, attraverso ombreggiatura, una famiglia di item che utilizza come materiale le “scatole dei cubetti” e che vanno somministrati per primi, per individuare il punto di inizio della somministrazione;

sono state aggiunte delle parole chiave che consentono, anche ad un utilizzatore alle prime armi, di identificare rapidamente il contenuto di un item;

infine, nella parte inferiore del protocollo sono state aggiunte le consegne degli item che prevedono istruzioni verbali, quali ad esempio “ripetizioni di frasi”, “comprende gli opposti”, “comprende le similitudini”.

L’idea guida è stata quella di rendere il più agevole possibile la somministrazione, consentendo a tutti gli utilizzatori di effettuare la valutazione senza aver bisogno di consultare continuamente il manuale.

 

Il progetto di lavoro italiano: traduzione e standardizzazione

Le Griffiths III sono state pubblicate nel Regno Unito nel mese di settembre 2016. In Italia le versioni precedenti delle scale (GMDS 0-2 e GMDS 2-8-ER) sono state a lungo utilizzate nei servizi e nella clinica nonostante non ci fossero manuali e protocolli tradotti e, soprattutto, in assenza di norme di riferimento italiane; solo nel 2008 fu pubblicata la traduzione di manuali e protocolli poi ritirati dal mercato nel 2014. Questo ha riportato di fatto l’utilizzo delle GMDS a ciò che è sempre stato: kit e materiali in lingua inglese. Alla luce di ciò, abbiamo deciso di rendere disponibile ai clinici italiani la versione originale delle Griffiths III in contemporanea con il resto del mondo. In quello stesso momento è iniziato il nostro lavoro di traduzione e adattamento, una procedura che, di fatto, ribalta il consueto processo di taratura, in cui la diffusione del test è l’ultimo passaggio di un lavoro che può durare, in molti casi, anche anni.

Il lavoro di traduzione delle Griffiths III è stato affidato ai due gruppi di ricerca, uno afferente al Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e delle Socializzazione dell’Università di Padova e l’altro afferente al Dipartimento di Psicologia Dinamica e Clinica dell’Università Sapienza di Roma. Entrambi si occupano di disabilità e di età evolutiva e posseggono un'esperienza di anni di lavoro sulla realizzazione di test di sviluppo. La traduzione, che ha previsto le normali fasi di traduzione e retro-traduzione, e conseguente riadattamento degli item di natura verbale che lo richiedevano, è iniziata a novembre 2016 (solo due mesi dopo la pubblicazione del test nel Regno Unito) e ha implicato una serie decisamente ampia di revisioni e di costante confronto con i membri dell’associazione ARICD, con le quali è stato possibile ottenere informazioni più approfondite sui costrutti alla base del test e ridiscutere i cambiamenti degli item per meglio adattarli al contesto italiano. Terminata a febbraio 2017 la traduzione, abbiamo deciso di realizzare i primi tre corsi di formazione sulle scale Griffiths III, in risposta alle esigenze che i colleghi iniziavano a esprimere, desiderosi di poter utilizzare a pieno regime il test pur con le problematiche dovute alla presenza di soli materiali in lingua originale.

Nell’arco di tre mesi abbiamo incontrato più di 100 clinici che lavorano su tutto il territorio nazionale, ognuno con il proprio specifico bagaglio di esperienza e spesso già utilizzatori delle GMDS. In questo modo, è stato possibile confrontarci con chi utilizza il test sulle modalità migliori di adattare il protocollo di somministrazione e alcuni specifici item. Il contributo degli operatori è stato fondamentale anche per la realizzazione della traduzione del manuale di somministrazione. 
A ottobre 2017 la traduzione di tutti i materiali verbali (manuali parte I e II, protocollo di registrazione, libretto per disegnare e carte stimolo) è stata pubblicata. (Il manuale parte III, contenente escluisvamente le tabelle normative UK non è stato tradotto.)
Infine, a differenza delle versioni precedenti (GMDS), per le quali mai è stato svolto uno studio di standardizzazione, per le Griffiths III è già stato avviato il lavoro di standardizzazione italiana, con questo programma:
  • studio pilota: maggio-ottobre 2017
  • standardizzazione: 2019.
Storia
Nel 1954, Ruth Griffiths avanzò la sua teoria sullo sviluppo dei bambini piccoli, Avenues of Learning. Ella credeva che si dovesse comprendere il bambino come un tutto e che, per comprenderne il funzionamento, fosse necessario integrare informazioni raccolte attraverso l'osservazione, l'assessment psicometrico e direttamente dai caregiver. Gli studi di Ruth sullo sviluppo del bambino culminarono nella pubblicazione della prima versione delle Scale, le Baby Scales, nel 1954. Queste permettevano la valutazione dello sviluppo dalla nascita ai 2 anni, in cinque dominii (avenues) dell'apprendimento: locomotorio, personale-sociale, udito e linguaggio, coordinazione mano-occhio, performance.
Ruth ricevette molte richieste di estensione delle scale ai bambini più grandi. Per rispondere a questa esigenza, le Baby Scales furono sottoposte a revisione e ristandardizzate, e negli anni '60 furono sviluppate le Extended Griffiths Scales. Queste coprivano una fascia d'età dalla nascita agli 8 anni, e includevano una sesta scala per i bambini dai 2 anni in poi, ragionamento pratico. Un ulteriore bisogno di revisione portò, nel 2006, alla pubblicazione delle Griffiths Mental Development Scales - Extended Revised (GMDS-ER).
Considerando la Extended Revised come la seconda revisione delle Griffiths, si è chiamata Griffiths III questa nuova edizione.
Le Griffiths III rappresentano, nel solco della tradizione diagnostica iniziata da Ruth Griffiths, un aggiornamento dell'assessment per le nuove generazioni di bambini. Esse mantengono, infatti, quelle caratteristiche che hanno consacrato il successo di questo strumento nel corso degli ultimi decenni, facendone un gold standard nella valutazione dello sviluppo dei bambini molto piccoli (cfr. Journal of Pediatrics and Child Health, 48 (11), 1004–1009).

Nascondi [ - ]
Prezzi
cod. 6005101 Griffiths III kit italiano
[manuali parte I, parte II in italiano; 10 protocolli di registrazione + 10 libretti per disegnare in italiano; carte stimolo in italiano; quiet book e giogattoli stimolo; manuale parte III in inglese] Per enti privati e liberi professionisti: possibilità di acquisto rateale senza interessi. Scrivere a francesco.enrici@hogrefe.it
€ 2.200,00 ***
cod. 6005102 Griffiths III manuale parte I: Visione d'insieme, sviluppo e proprietà psicometriche € 44,00 *
cod. 6005103 Griffiths III manuale parte II: Somministrazione e scoring € 64,00 *
cod. 6005104 Griffiths III pkg 20 protocolli di registrazione € 68,64 *
cod. 6005105 Griffiths III pkg 20 libretti per disegnare € 48,80 *
cod. 551399X Kit GMDS 0-2 completo
[c'è ancora disponibilità per la vecchia edizione 0-2 anni: materiale per il test + manuale in inglese + 10 protocolli in inglese]
€ 860,10 *
* IVA compresa
** IVA assolta dall'editore
*** IVA compresa (aliq. diverse)

Prodotti correlati