Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

La violenza in un clic. Itinerari di prevenzione del cyberbullismo fra adolescenti

Roberto Sgalla, Anna Maria Giannini

Sintesi

Caratteristiche: 170x240mm, x + 190 pp., brossura
Data di pubblicazione: novembre 2018
Copertina

Pur con le straordinarie potenzialità che tutti noi conosciamo, il web ha un pericolo immanente. Qualunque dato personale condiviso in rete, qualsiasi messaggio lanciato su internet, una volta entrato nel web, non può più essere controllato o ritirato. Non siamo cioè più in grado di prevederne gli effetti. Non tutti i nostri ragazzi sono realmente consapevoli di queste insidie. I nativi digitali condividono sul web ogni aspetto della propria esistenza, diffondendo, post dopo post, aspetti del quotidiano che dovrebbero rimanere nella sfera privata […] Fenomeni come il cyberbullismo, il sexting, l’adescamento online sono concrete realtà che stanno occupando in maniera crescente l’attività delle Forze dell’Ordine. La Polizia Postale e delle Comunicazioni, in questo ambito, è impegnata in una efficace attività investigativa ma, prima ed ancor di più, in una meritoria azione multidisciplinare, che coinvolge diversi attori, per informare e sensibilizzare ragazzi, genitori e insegnanti a un uso consapevole e legale di internet. (Dalla prefazione del Capo della Polizia, Franco Gabrielli)

Questo volume affronta il tema della violenza perpetrata attraverso la rete. Vittime e perpetratori sono adolescenti invischiati in relazioni che, per definizione “virtuali”, sono in grado di produrre sofferenze molto concrete, attraverso un clic. Seguendo un percorso tracciato dalle esperienze decennali realizzate dalle tante Istituzioni chiamate a dare una risposta a questo fenomeno, il libro, che presenta in appendice le linee guida specificamente messe a punto dalla Polizia di Stato, è testimonianza tangibile dei risultati che sinergia e cooperazione inter-istituzionale possono realizzare per tutelare efficacemente il futuro delle nuove generazioni.

Nascondi [ - ]

Informazioni tecniche

I curatori e gli autori
Roberto Sgalla
Prefetto, è dal 1° agosto 2014 Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato. Iscritto all’ordine regionale dei giornalisti di Bologna e alla Società Italiana di Criminologia, è stato consulente della Commissione Antimafia dal 1997 al 2000, Direttore dell’Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza dal 2000 al 2008, Direttore del Servizio Polizia Stradale dal 2008 al 2011, nonché Presidente del Centro di coordinamento nazionale per fronteggiare le situazioni di crisi in materia di viabilità, istituito presso il Ministero dell’Interno – Servizio di Polizia Stradale. È stato inoltre Presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, istituito presso il Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza dal 2011 al 2012, e Direttore della Scuola Superiore di Polizia dal 2012 al 2014. Tiene conferenze e lezioni sui temi della sicurezza e della promozione della legalità, nonché su comunicazione e sicurezza, presso numerosi atenei italiani e nell’ambito di convegni e congressi di settore. Ideatore e responsabile di numerosi progetti di educazione alla legalità come “Il poliziotto un amico in più”, “Un pallone per amico”, “ICARO”, “A Scuola di Polizia”, è stato leader del progetto europeo “Inter-Cultural Approaches for Road Users Safety” (ICARUS). Esperto per la Polizia di Stato per le attività di Development of educational material e Targeted dissemination activities nell’ambito del Progetto Europeo “Honour Ambassadors against Shame Practises” (HASP), è docente presso Sapienza Università di Roma e presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ed autore di vari testi, tra cui Conversazioni sulla legalità (Piccin, 2011) e Giovani e legalità (Il Mulino, 2011).
Anna Maria Giannini
Professore ordinario di Psicologia generale e di Psicologia giuridica e forense presso Sapienza Università di Roma, Direttore del Laboratorio di Psicologia Sperimentale Applicata e del Servizio di Psicologia Giuridica e Forense, presiede il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia applicata ai contesti della salute, del lavoro e giuridico-forense, presso il Dipartimento di Psicologia, Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza Università di Roma. Attualmente ricopre il ruolo di Consigliere presso l’Ordine degli Psicologi del Lazio. È componente della Commissione Deontologica del Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Lazio e fa parte del gruppo di lavoro di Psicologia Giuridica e Forense presso l’Ordine Nazionale degli Psicologi. È autrice di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali ed internazionali.
Ha svolto e svolge funzioni di responsabile scientifico in progetti di ricerca e formazione in ambito nazionale ed internazionale (sui temi della formazione delle Forze dell’Ordine all’interazione con le vittime di reato, della sicurezza stradale, della percezione della legalità, della contraffazione, della percezione della sicurezza). Coordina vari gruppi di ricerca su temi di psicologia generale, psicologia della legalità e psicologia della sicurezza a livello nazionale ed internazionale e il comitato scientifico del Centro Studi della Polizia Postale e delle Comunicazioni “Farweb”.
 

Gli autori

Giuseppina Barberis
Funzionario della professionalità giuridico-pedagogica, è attualmente in carica presso l’Ufficio II della Direzione Generale del Personale, delle Risorse e per l’Attuazione dei Provvedimenti del Giudice Minorile. Ha lavorato come educatore di strada, di comunità e negli istituti penali minorili. Si è sempre occupata di minori a rischio e di criminalità giovanile in particolare del Sud Italia. Ha maturato un’esperienza nel Centro di Documentazione del Dipartimento come documentarista. Curatrice di prodotti editoriali dipartimentali, fa parte della redazione della rivista del Dipartimento Nuove Esperienze di Giustizia Minorile. Si occupa di ricerche nell’ambito della devianza e criminalità minorile.

Cristina Bonucchi
Psicologa della Polizia di Stato dal 2003, dirige con Patrizia Torretta l’Unità di Analisi dei Crimini Informatici presso il Centro Nazionale per il Contrasto della Pedopornografia Online (CNCPO) della Polizia Postale e delle Comunicazioni. Si occupa da anni di ricerca, profiling, sostegno psicologico e formazione, anche a livello universitario, sui temi dell’abuso sessuale online, del cyberbullismo e dei cattivi usi di internet da parte dei minori, collaborando alla stesura di volumi tematici in collaborazione con Istituzioni e ONG attive nella protezione dei minori in rete.

Lucia Chiappinelli
Dirigente psicologo presso la UOC Prevenzione Interventi Precoci Salute Mentale della ASL Roma1, opera all’interno del Servizio Psicologico presso l’Istituto Penale Minorile “Casal del Marmo” di Roma ed è Referente aziendale per la Giustizia Minorile ASL Roma. Esperta in psicologia giuridica, lavora da diversi anni come mediatrice familiare. Fa parte del “Gruppo minori” della Società Italiana di Medicina e Sanità Penitenziaria e dell’Osservatorio sulla legalità presso la Facoltà di Psicologia e Medicina di Sapienza Università di Roma. Ha partecipato come relatrice e come membro del comitato scientifico a diversi congressi in materia di psicologia giuridica e sanità penitenziaria ed è autrice di pubblicazioni in materia di adolescenza e giustizia minorile.

Nunzia Ciardi
Dirigente superiore della Polizia di Stato, è Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. Laureata in giurisprudenza, coordina attualmente le unità specializzate della Polizia di Stato nel contrasto al cyberterrorismo, al financial cybercrime, alla pedopornografia online, alla tutela delle infrastrutture critiche informatiche nazionali, all’hacking e ai crimini informatici in generale. È membro della European Union Cybercrime Taskforce di Europol e del Progetto europeo EU-OF2CEN per l’adozione di strategie comuni contro il crimine organizzato nel settore delle frodi online. Coordinatrice e membro di gruppi di lavoro sulla tutela dei minori nel mondo della comunicazione, sulla disinformazione in ambito di piattaforme digitali, e sulla sicurezza digitale, rappresenta il Ministero dell’Interno in seno al Nucleo Sicurezza Cibernetica ed al Tavolo Tecnico Cyber (TTC). Svolge attività di docenza presso le scuole di Polizia e numerosi enti.

Pierluigi Cordellieri
Psicologo, psicoterapeuta, è professore a contratto per gli insegnamenti di Psicologia generale e Psicologia sociale presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”. Attualmente assegnista di Ricerca presso la Facoltà di Medicina e Psicologia di Sapienza Università di Roma, è docente in diversi master universitari e rappresenta l’Ordine degli Psicologi del Lazio all’interno della Consulta Cittadina del Comune di Roma su Sicurezza Stradale, Mobilità Dolce e Sostenibilità. È autore di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali, in particolare su temi come psicologia della legalità, psicologia del traffico e sviluppo morale. Ha partecipato a numerosi progetti europei e nazionali, sempre su temi di legalità e sicurezza sociale.

Carmela De Giorgio
Psicologa, psicoterapeuta ad indirizzo sistemico-relazionale, dirigente presso la UOC Tutela Salute Mentale e Riabilitazione Età Evolutiva della ASL Roma2, dove si occupa di adolescenza e psicopatologia in età evolutiva e di psicologia giuridica in ambito civile, ha lavorato come psicologa presso i Servizi Minorili della Giustizia e della Sanità Penitenziaria con particolare riferimento all’area penale esterna. Docente e formatrice presso enti pubblici e del privato sociale, è fra i componenti dell’Osservatorio sulla legalità presso la Facoltà di Medicina e Psicologia di Sapienza Università di Roma.

Simona Iacoella
Psicologa, psicoterapeuta, Dirigente psicologo presso la UOC Tutela Salute Mentale e Riabilitazione in Età Evolutiva della ASL Roma3, svolge attività con minorenni e giovani adulti autori di reato e con disagio psichico, e le relative famiglie, occupandosi di situazioni di elevata conflittualità e di sostegno alla genitorialità anche in setting di gruppo. È stata Referente per la Giustizia Minorile per la stessa ASL, nel periodo 1997-2008 svolge attività clinica ed organizzativa in settori inerenti all’area penale minorile per il Dipartimento Giustizia Minorile. Didatta della Federazione Italiana Scuole e Istituti di Gestalt, docente per l’Istituto Gestalt di Firenze, l’Istituto Metafora di Roma, l’Associazione Italiana
di Sessuologia Clinica, la Scuola Medica Ospedaliera e l’Istituto Regina Elena di Roma e altri enti ed associazioni, è membro del “Gruppo minori” della Società Italiana di Medicina e Sanità Penitenziaria e componente dell’Osservatorio di Psicologia della Legalità e Sicurezza presso la Facoltà di Medicina e Psicologia di Sapienza Università di Roma. Supervisore presso comunità per minori, è stata relatrice e componente del comitato scientifico in diversi congressi ed è autrice di numerose pubblicazioni.

Isabella Mastropasqua
Dirigente responsabile dell’Ufficio II della Direzione Generale del Personale, delle Risorse e per l’Attuazione dei Provvedimenti del Giudice Minorile e dell’annesso Centro Europeo di Studi di Nisida del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, nonché Dirigente ad interim del Centro per la Giustizia Minorile della Calabria, è docente presso l’Università Roma Tre. Ha svolto numerose attività di docenza in campo giuridico-sociale presso le Università di Genova, di Messina, di Palermo e altre, nonché diffuso la cultura della giustizia penale minorile, degli interventi di servizio sociale in ambito penale minorile, della giustizia riparativa grazie all’attività di formazione e insegnamento svolta in collaborazione con scuole di specializzazione di settore, scuole di formazione e master universitari. In passato, ha ricoperto l’incarico di Dirigente dell’Ufficio Studi e Ricerche ed Attività Internazionali del Dipartimento per la Giustizia Minorile e dell’Ufficio per gli Interventi di Giustizia Minorile e l’Attuazione dei Provvedimenti Giudiziari. Referente della Rete Europea di Prevenzione della Criminalità (EUCPN) per il Ministero della Giustizia, si è occupata anche di direzione e coordinamento di servizi minorili quali istituti penali per i minorenni, uffici di servizio sociale per minorenni, centri di prima accoglienza presso i centri per la Giustizia Minorile di Campania, Sicilia e Sardegna. È Direttore responsabile della rivista Nuove Esperienze di Giustizia Minorile, della collana “I numeri pensati” e responsabile dell’Osservatorio e banca dati sulla devianza minorile in Europa.

Patrizia Torretta
Psicologa della Polizia di Stato dal 1999, già nel ruolo di Ispettore della Polizia di Stato nel settore del contrasto alla criminalità organizzata, si è occupata sino al 2006 della selezione attitudinale del personale della Polizia di Stato. Dal 2007 dirige con Cristina Bonucchi l’Unità di Analisi dei Crimini Informatici presso il Centro Nazionale per il Contrasto della Pedopornografia Online (CNCPO) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, occupandosi di profiling, sostegno psicologico e formazione, anche a livello universitario, sui temi dell’abuso sessuale online, del cyberbullismo e dei cattivi usi di internet da parte dei minori. 

Francesca Zizza
È dal 2000 funzionario di servizio sociale presso l’Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni di Roma del Dipartimento della Giustizia Minorile. Ha esperienza di esercizio del servizio sociale come assistente sociale dal 1994 nel settore sociosanitario e dal 1991 nell’ambito del terzo settore per l’integrazione scolastica di minori Rom. Laureata in Scienze dell’educazione presso l’Università degli Studi Roma Tre e specializzata in Gestione e programmazione dei servizi socio-assistenziali presso l’Università degli Studi dell’Aquila, ha recentemente collaborato con articoli ed interventi sulle pubblicazioni del Dipartimento della Giustizia Minorile, nella collana “I numeri pensati”, e curato un contributo sull’ascolto del minore nel testo Le mille facce dell’ascolto del minore (a cura di Melita Cavallo, Armando Editore, Roma, 2012).

 

Indice

1. La violenza in rete

    Anna Maria Giannini e Roberto Sgalla

 

2. Il cyberbullismo: aspetti giuridici e rilevanza del fenomeno

    Nunzia Ciardi e Cristina Bonucchi

 

3. Adolescenti nella rete: aspetti psicologici, relazionali e dinamiche di gruppo nel cyberbullismo

   Lucia Chiappinelli, Carmela De Giorgio e Simona Iacoella

 

4. L’impegno del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità

    Isabella Mastropasqua

 

5. Minorenni autori di reato online: chi sono?

    Giuseppina Barberis

 

6. Fenomenologia di un rapporto problematico tra giovani e internet: adolescenza, cyberbullismo, sexting, stalking e pedopornografia online

    Cristina Bonucchi e Patrizia Torretta

 

7. La percezione dei reati informatici da parte dei minori: una ricerca

    Anna Maria Giannini, Roberto Sgalla, Pierluigi Cordellieri, Cristina Bonucchi e Patrizia Torretta

 

8. Minori autori di reato online: possibili percorsi socioeducativi e di mediazione penale

   Francesca Zizza

 

9. Nativi digitali: la Polizia Postale e delle Comunicazioni per la protezione dai rischi della rete

   Cristina Bonucchi

 

Appendice A. Iniziative della Polizia Postale e delle Comunicazioni in materia di sensibilizzazione ai rischi di internet

 

Appendice B. Il questionario “E tu quanto #CONDIVIDI?”

 

Appendice C. Le linee guida Safe Web della Polizia di Stato per la protezione degli studenti in rete


Nascondi [ - ]
Prezzi
cod. 610023 La violenza in un clic € 19,00 **
* IVA compresa
** IVA assolta dall'editore
*** IVA compresa (aliq. diverse)