Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

SPM - Sensory Processing Measure                                                                                     

L. Diane Parham, Cheryl Hecker, Heather Miller Kuhaneck, Diana A. Henry e Tara J. Glennon

Copertina SPM-128px.jpg

Sintesi

Formato:
questionari informant report (Casa: genitore; Scuola: insegnante)
Età:
5-12 anni
Composizione:
75 item (Casa); 62 item (Scuola)
Somministrazione:
individuale
Pubblicazione:

autunno 2019

La Sensory Processing Measure (SPM) è un insieme di due protocolli di valutazione che consente di valutare le difficoltà di elaborazione sensoriale, le prassie e la partecipazione nei bambini in età scolare:

  • protocollo Casa (composto da 75 item e compilato dal genitore o dalla persona che assiste il bambino)
  • protocollo Scuola (consiste di 62 item e viene compilato dall’insegnante principale del bambino).
Usate in maniera congiunta queste misurazioni forniscono una prospettiva unica e completa sul funzionamento sensoriale del bambino a scuola e nella comunità.

L'SPM si basa sulla teoria dell'integrazione sensoriale, secondo la quale l'elaborazione e l'integrazione di input sensoriali sono un processo neurocomportamentale critico che influenza fortemente lo sviluppo. La teoria sostiene che un bambino con elaborazione sensoriale compromessa potrebbe non essere in grado di apprendere in modo funzionale oppure di eseguire le attività di vita quotidiana in maniera adeguata. Le difficoltà a livello di elaborazione sensoriale spesso contribuiscono a compromettere le funzioni integrative di livello superiore, come la partecipazione sociale e le prassie.

Il protocollo Casa e il protocollo Scuola forniscono ciascuno otto punteggi standard di riferimento normativo:

  1. partecipazione sociale (SOC)
  2. vista (VIS)
  3. udito (UDI)
  4. tatto (TAT)
  5. consapevolezza del corpo (COR)
  6. equilibrio e movimento (EQU)
  7. pianificazione e idee (IDE)
  8. e punteggio grezzo totale (TOT).
Le scale di consapevolezza del corpo, equilibrio e movimento e pianificazione e idee sono espressioni distinte che indicano rispettivamente la propriocezione, la funzione vestibolare e le prassie. Il punteggio standard per ogni scala permette di classificare il funzionamento del bambino in uno dei tre intervalli interpretativi: Tipico, Alcune Difficoltà o Disfunzione Definita. Inoltre, un punteggio Differenza Ambientale (DIF) consente il confronto diretto tra il funzionamento sensoriale del bambino nell'ambiente domestico e quello scolastico. 

L’SPM ha lo scopo di supportare l'identificazione e il trattamento di bambini con difficoltà di elaborazione sensoriale. È quindi appropriato per l'uso in una vasta gamma di contesti educativi, clinici e di ricerca. L'SPM è stato sviluppato da terapisti occupazionali, ma le informazioni fornite saranno utili anche ad altri professionisti, come psicologi scolastici, psicologi clinici, assistenti sociali, terapisti, logopedisti, specialisti di intervento precoce, medici psichiatri, pediatri.

In preparazione: SPM-P per l'età prescolare.