Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

PDMS-2 - Peabody Developmental Motor Scales – Second Edition

M. Rhonda Folio, Rebecca R. Fewell

Sintesi

Finalità: assessment e progettazione dell'intervento riabilitativo delle abilità fino e grosso-motorie
Età/target: 0-5 anni
Caratteristiche: prove di performance specifiche per età e programma d'intervento
Composizione:
249 item suddivisi in 6 subtest + programma di intervento in 104 attività
Somministrazione: forma: individuale (carta e matita con oggetti)
tempo: 60-120’
Scoring: forma: protocollo di registrazione
tempo: ca. 30'
Campione:
628 bambini (300 maschi) suddivisi in fasce d’età mensili tra 0 e 23 mesi, trimestrali tra 24 e 53 mesi e semestrali tra 54 e 71 mesi 
Edizione italiana: Marina Biancotto, Luisa Girelli, Patrizia Maggiore, Giovanna Maria Pelamatti, Giuliano Rossi, Alessandra Simonelli e Stefania Zoia
Data di pubblicazione: marzo 2017
Qualifica: B1
Vantaggi

Rilevazione precoce di difficoltà di movimento: le PDMS-2 si applicano a partire dai primi anni di vita, permettendo di individuare bambini con carenti competenze di movimento, che necessitano di essere rinforzate per favorirne lo sviluppo armonico.

Valutazione specifica delle abilità fino e grosso-motorie: confrontando quozienti fino e grosso-motori ottenuti al test, e i punteggi ottenuti ai singoli subtest, è possibile determinare se un bambino mostra una relativa disomogeneità nelle sue abilità motorie.

Supporto alla definizione dell'intervento psicoeducativo: attraverso le PDMS-2 vengono valutati gli aspetti sia qualitativi che quantitativi delle abilità di movimento individuali, così che le abilità carenti possono essere identificate e tradotte in obiettivi personalizzati.

Nascondi [ - ]
Introduzione
Le PDMS-2 offrono uno strumento completo per la valutazione dello sviluppo motorio e l’intervento sulle abilità di movimento in bambini dalla nascita ai 5 anni. Misurano abilità fino e grosso-motorie fra loro interconnesse e fondamentali nello sviluppo precoce. Sulla base dei punteggi, è quindi possibile delineare il profilo di sviluppo motorio di un bambino e progettare un percorso d’intervento attraverso attività specifiche finalizzate al rinforzo delle abilità motorie carenti.

Informazioni tecniche

Applicazioni
I risultati alle PDMS-2 possono essere innanzitutto usati per valutare le competenze motorie di un bambino rispetto ai suoi coetanei, e per verificare la presenza di disomogeneità fra abilità fini e grosso-motorie. Sono poi di notevole aiuto nella progettazione di interventi abilitativi e riabilitativi personalizzati, favorendo l’individuazione delle specifiche abilità carenti, e permettendo di valutare il progresso del bambino a seguito di un intervento grazie al confronto con i dati normativi di riferimento. Infine, le PDMS-2 sono utili come strumento di ricerca perché i punteggi possono essere utilizzati per studiare la natura dello sviluppo motorio in diverse popolazioni di bambini, il ruolo dell’abilità motoria nel successo scolastico e l’efficacia di diversi interventi motori.
Struttura

STRUTTURA

L’assessment è svolto attraverso 6 subtest (previsti, ad eccezione dei subtest Riflessi e Manipolazione di oggetti, dalla nascita fino ai 5 anni):

  • Riflessi (8 item) misura aspetti dell’abilità di rispondere automaticamente agli eventi ambientali (per bambini dalla nascita fino agli 11 mesi d’età);
  • Posizione stazionaria (30 item) misura l’abilità di mantenere il controllo del corpo attorno al proprio baricentro, conservando l’equilibrio;
  • Locomozione (89 item) misura l’abilità di muoversi da un posto ad un altro (gattonare, camminare, correre, saltellare e saltare in avanti);
  • Manipolazione di oggetti (24 item) misura l’abilità di manipolare palle (afferrare, lanciare, calciare, ecc.: a partire dall’età di 12 mesi);
  • Afferramento (26 item) misura l’abilità di usare le proprie mani, a partire dall’abilità di tenere un oggetto con una mano e proseguendo con azioni che coinvolgono l’uso controllato delle dita di entrambe le mani;
  • Integrazione visuo-motoria (72 item) misura l’abilità di usare le proprie abilità visuo-percettive per eseguire compiti di coordinazione occhio-mano complessi, quali raggiungere e afferrare un oggetto, realizzare costruzioni con i cubetti e copiare disegni.

Gli indici

I risultati dei subtest possono essere combinati per ottenere tre indici globali di prestazione motoria:

  • Quoziente grosso-motorio (QGM) è un indice composito dei risultati dei 4 subtest che misurano l’uso dei sistemi muscolari coinvolti nelle attività grosso-motorie;
  • Quoziente fino-motorio (QFM) è un indice composito dei risultati dei 2 subtest che misurano l’uso dei sistemi muscolari coinvolti nei movimenti fini;
  • Quoziente motorio totale (QMT), frutto della combinazione dei risultati dei subtest grosso e fino-motori, rappresenta la miglior stima delle abilità motorie globali.
Programma delle attività motorie

Il programma di abilitazione e trattamento, che completa il materiale delle PDMS-2, consiste di indicazioni dettagliate per guidare la progettazione di un intervento, completate da 104 attività specifiche, organizzate dal punto di vista evolutivo in 6 unità di abilità (corrispondenti ai 6 subtest che compongono la valutazione). Dopo che le abilità motorie di un bambino sono state valutate e l’esaminatore ha completato il protocollo di registrazione, giungendo al profilo dei punti di forza e di debolezza manifestati dal bambino al test, l'esaminatore è guidato nella progettazione dell’intervento in base all’individuazione delle aree carenti e all’analisi dei punteggi ottenuti ai singoli item. Può così selezionare, dall’ampio set di attività proposte, quelle corrispondenti alle competenze da rinforzare, ottenendo spunti pratici utili sia per l’operatore che si occupa di riabilitazione sia come suggerimenti ai genitori, agli insegnanti e agli educatori per facilitare lo sviluppo del bambino in specifiche aree di abilità. 

Il programma, che è stato contestualizzato alla prassi riabilitativa del nostro Paese, si basa su 7 principi di apprendimento derivati dalle teorie sul controllo e sull’apprendimento motorio: nel rinforzare le abilità di movimento è importante tener presente un’evoluzione sequenziale (il bambino cioè apprende abilità di livello superiore, quando padroneggia quelle di livello inferiore); l’apprendimento motorio avviene attraverso l’interazione con gli altri; la pratica,e l’uso di strategie adatte al bambino sono fondamentali per il successo nell’acquisizione di un'abilità; il bambino apprende se ciò che gli viene proposto è per lui motivante; gli obiettivi di apprendimento devono essere evolutivamente appropriati e stimolanti; il bambino deve fare esperienza di nuove abilità in un setting per lui sicuro; l’apprendimento motorio è facilitato quando avviene in ambienti naturali e nel contesto di altre attività.


Nascondi [ - ]
Prezzi
cod. 6004801 PDMS-2 kit
[manuale + 20 protocolli di registrazione + guida alla somministrazione + guida al programma attività motorie + set oggetti stimolo]
€ 576,00 ***
cod. 6004802 PDMS-2 manuale € 66,00 *
cod. 6004803 PDMS-2 pkg 20 protocolli di registrazione € 89,50 *
cod. 6004804 PDMS-2 guida alla somministrazione € 36,00 *
cod. 6004805 PDMS-2 guida al programma delle attività motorie € 68,00 *
* IVA compresa
** IVA assolta dall'editore
*** IVA compresa (aliq. diverse)