Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube Vai al nostro profilo Instagram
logo-sito-qi.jpg

KiddyCAT - Communication Attitude Test for Preschool and Kindergarten Children Who Stutter

Martine Vanryckeghem, Gene J. Brutten

Sintesi

Finalità: identificare bambini piccoli con balbuzie
Età/target: 3-6 anni
Caratteristiche: questionario/intervista rivolto al bambino
Composizione:
12 item
Somministrazione: forma: individuale (carta e matita)
tempo: 5-10'
Scoring: forma: foglio di scoring
tempo: 5'
Psicometria:
punti grezzi normalizzati
Campione:
173 non balbuzienti + 190 balbuzienti
Edizione italiana: Simona Bernardini, Luisella Cocco e Claudio Zmarich
Data di pubblicazione: maggio 2022
Qualifica: B1
Vantaggi

Strumento unico: il solo test standardizzato, disponibile in Italia per la fascia d’età prescolare, per valutare come i bambini reagiscano al loro modo di parlare e agli aspetti neuromotori del parlato.

Rapido ed informativo: le informazioni, che in meno di 10’ il KiddyCAT rivela a proposito dell’attitudine comunicativa del bambino, forniscono al clinico indicazioni chiare sulle procedure e sulle azioni da intraprendere.

Non una rating-scale ma intervista diretta al bambino: la ricerca ha mostrato che i genitori di bambini in età prescolare che balbettano non sono dei validi sostituti per dare informazioni sulla loro attitudine comunicativa.

Nascondi [ - ]
Introduzione

La balbuzie, di solito, insorge tra i 2 e i 6 anni di età. Stabilire se il comportamento di un bambino sia o no quello tipico di un bambino che balbetta non dipende solo dalla disfluenza manifestata. La ricerca ha dimostrato, infatti, che vari tipi di disfluenza si trovano anche tra i bambini che non balbettano. In altre parole, la sola presenza di disfluenze non basta a fare diagnosi di balbuzie.

Uno degli elementi da considerare è la reazione del bambino verso il proprio parlato e le proprie abilità linguistiche, e i bambini di 3 anni sono già consapevoli della differenza tra fluenza e disfluenza e capiscono se queste siano o meno caratteristiche del proprio eloquio: questo gioca un ruolo nell’aiutare a identificare in maniera più accurata i bambini che balbettano. Il KiddyCAT permette proprio questo, valutando la diversa reattività che un bambino prescolare con balbuzie ha verso il proprio eloquio e verso le proprie abilità linguistiche.

Questa reattività sottolinea l’importanza dell’attitudine comunicativa associata all’eloquio, quale dimensione cognitiva da integrare alla valutazione della disfluenza, ed è necessaria per identificare i bambini che balbettano. 

Informazioni tecniche

Autorizzazione a fotocopiare
Il KiddyCAT è distribuito in forma di volume con in appendice i moduli per la somministrazione (rating scale) e per lo scoring. L’Editore autorizza chi acquista il volume a fotocopiare i moduli, esclusivamente per uso professionale.
Applicazioni

Oltre a permettere una rapida identificazione del bambino piccolo che balbetta, il KiddyCAT fornisce al terapeuta una prospettiva sulle reazioni provate dal bambino, alle quali fare riferimento affinché un trattamento abbia un buon esito e i cambiamenti necessari a migliorare la fluenza siano mantenuti nel lungo termine. Più precisamente, le dimensioni reattive, in aggiunta a quelle che sono udibili e direttamente osservabili, devono essere trattate adeguatamente perché la terapia abbia successo.

Struttura

Il KiddyCAT si presenta in forma di questionario con risposta dicotomica “sì/no”, rivolto al bambino. Alcuni item contengono i termini “difficile” e “facile”, e prima della somministrazione è importante accertarsi che il bambino li comprenda. La correzione avviene per mezzo di un semplice foglio di scoring.

Il volume presenta il percorso di sviluppo dello strumento sia nella versione originale e italiana, le sue caratteristiche psicometriche e le informazioni necessarie alla somministrazione, allo scoring e all'interpretazione dei punteggi; infine, è arricchito da un recentissimo studio condotto sulla versione italiana.

Indice

Prefazione

1. Introduzione e razionale

2. Attendibilità e validità

2.1. Attendibilità

2.2. Validità

2.3. Analisi discriminante

2.4. Analisi fattoriale

3. Somministrazione del test e calcolo dei punteggi

3.1. Prima del test: i termini “difficile” e “facile”

3.2. Istruzioni per la somministrazione

3.3. Suggerimenti per facilitare la partecipazione al test: attività di gioco

3.4. Rinforzo

3.5. Risposta stereotipata

3.6. Attribuzione del punteggio al test

4. Dati normativi italiani e interpretazione dei punteggi

4.1. Campione normativo italiano

4.2. Standardizzazione

4.3. Età

4.4. Genere

4.5. Interpretazione dei punteggi

5. Il KiddyCAT italiano: un percorso di ricera, di Simona Bernardini, Luisella Cocco e Claudio Zmarich

5.1. Introduzione

5.2. Attitudine comunicativa

5.3. Dal CAT al KiddyCAT

5.4. L'adattamento italiano del KiddyCAT

5.5. Quale relazione fra attitudine comunicativa e balbuzie

5.6. Uno studio italiano

Bibliografia

Appendice. Istruzioni, questionario e foglio di scoring del KiddyCAT

 


Nascondi [ - ]
Prezzi
cod. 6042001 Volume KiddyCAT con moduli fotocopiabili € 30,00 **
* IVA compresa
** IVA assolta dall'editore
*** IVA compresa (aliq. diverse)