Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

25 maggio: Modello epigenetico dell'autismo ed importanza della valutazione del profilo sensoriale: uno studio con il Sensory Processing Measure (SPM)

Formazione a Distanza in sincrono

Sintesi

Titolo: Modello epigenetico dell'autismo ed importanza della valutazione del profilo sensoriale: uno studio con il Sensory Processing Measure (SPM)
Data: 25 maggio 2021
Luogo:
L'evento verrà tramesso su piattaforma Zoom e non verrà registrato per protezione dei dati sensibili dei casi clinici presentati
Accreditamento ECM NON PREVISTO
Posti disponibili: 50
Termine iscrizioni: 20 maggio 2021
Introduzione

Le atipie sensoriali come componente fondamentale del disturbo dello spettro autistico sono state descritte sin dalle prima identificazione del disturbo nel 1943. Tuttavia, solo dopo molti anni l'attenzione alla sensorialità ha cominciato a rivestire un ruolo determinante nel corso del processo diagnostico e dell'intervento precoce del bambino con autismo.
A fronte della importanza rivestita dalla precoce identificazione dei profili sensoriali sia per la diagnosi che per il trattamento, esistono pochi strumenti per la valutazione del cosiddetto fenotipo sensoriale.

Il webinar sarà suddiviso in tre fasi. Durante la prima fase sarà evidenziata la possibilità di descrivere il profilo sensoriale già nei primi mesi di vita del bambino; nella seconda fase sarà presentato un modello epigenetico dei comportamenti problema nell'autismo nella quale verrà sottolineato il potenziale contributo della sensorialità. Infine nella terza parte sarà presentata una esperienza pratica di valutazione del profilo sensoriale in bambini con autismo attraverso l'uso del Sensory Processing Measure (SPM) che al momento è l'unico strumento per la valutazione dei profili sensoriali con standardizzazione italiana.

Programma
Prima parte
  • Cosa s'intende per Disturbo sensoriale nell'autismo?
  • Il disturbo sensoriale a partire dai primi mesi di vita
Seconda parte
Modello epigenetico dei comportamenti problema: quale può essere il possibile contributo della sensorialità ?
Terza parte
  • La valutazione del profilo sensoriale con il Sensory Processing Measure (SPM)
  • Applicazione dell'SPM in bambini con il Disturbo dello Spettro Autistico
Orario
Il webinar si svolgerà dalle ore 18 alle ore 21.
Iscrizioni
L’iscrizione avviene esclusivamente online, cliccando sulla icona "carrello" nella sezione "Prezzi" a fondo pagina. Il pagamento può avvenire tramite carta di credito oppure bonifico bancario, seguendo le indicazioni fornite.
Vi sono posti disponibili se la funzione di acquisto è visibile e attiva: se a fondo pagina la sezione "Prezzi" non è visibile, significa che il corso ha raggiunto le iscrizioni disponibili.

Il link per partecipare all'evento verrà inviato via posta elettronica la mattina di martedì 25.

Docente
Antonio Narzisi è Dirigente Psicologo presso l’IRCCS Stella Maris di Calambrone (PI). Si è laureato all’Università La Sapienza con Massimo Ammaniti, si è specializzato in Psicoterapeuta della Gestalt (Istituto HCC-Italy), in Pedagogia Clinica ed ha ottenuto un dottorato di ricerca in Neuroscienze dello Sviluppo dall’Università di Pisa. La sua attività clinica e di ricerca si è focalizzata sulla diagnosi precoce del Disturbo dello Spettro Autistico, sull’impatto del trattamento sull’outcome clinico dei bambini piccoli e sull’uso delle nuove tecnologie in ambito diagnostico e di trattamento di bambini con Disturbo dello Spettro Autistico ad alto funzionamento. È stato un componente attivo del COST Action BM1004 (Enhancing the scientific study of early autism: A network to improve research, services and outcomes). È stato visiting scientist presso l’Institut of Brain, Behaviour and Mental Health, University of Manchester (UK) (Director Jonathan Green) allo scopo di approfondire il trattamento clinico dell’autismo e svolgere un training sulle modalità di studio delle interazioni genitori-bambino. Dal 2012 è Full Member di INSAR – International Society for Autism Research. È stato co-investigator in numerosi progetti di ricerca in ambito nazionale ed internazionale. È autore, insieme ai colleghi dell’IRCCS Stella Maris, del primo studio italiano sull’epidemiologia del disturbo autistico in Italia. Svolge attività di psicoterapeuta con soggetti sia in età evolutiva che adulta. Ha una consolidata esperienza nella conduzione di gruppi terapeutici diretti ai genitori di bambini con autismo e patologie correlate. È autore e co-autore di pubblicazioni su riconosciute riviste internazionali in ambito di Psichiatria Infantile.
È editor di riviste del settore e ha presentato i risultati delle ricerche in cui è coinvolto in conferenze sia in ambito nazionale che internazionale.

Prezzi

Le iscrizioni alla conferenza sono chiuse
* IVA compresa
** IVA assolta dall'editore
*** IVA compresa (aliq. diverse)