Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

CASIG - Client's Assessment of Strength, Interests and Goals                                                                                     

Charles J. Wallace 

Copertina CASIG-128px.jpg

Sintesi

Formato:
intervista semistrutturata
Età:
adulti
Composizione:
23 aree indagate
Somministrazione:
individuale
Campione:
 214 persone di età compresa fra 18 e 84 anni
Pubblicazione:

estate 2019

Il CASIG è un'intervista semistrutturata rivolta a soggetti con malattie mentali e persistenti, che si propone due obiettivi fondamentali:

  1. favorire e promuovere l'individuazione degli obiettivi personali del paziente (necessari alla definizione del suo progetto terapeutico individualizzato);
  2. valutarne il funzionamento globale (sia sociale che riferito ad altre importanti funzioni legate allo svolgimento delle attività quotidiane).

La ricerca ha infatti dimostrato che, attraverso il riconoscimento e la valorizzazione delle “risorse” dell’utente, dei suoi familiari e delle altre persone coinvolte nel trattamento, è possibile promuovere il processo di recovery ((ripresa, recupero, guarigione) del paziente, con effetti positivi sul suo potenziale di crescita e di sviluppo personale e sulla sua inclusione sociale. Con il termine recovery ci si riferisce alla possibilità di riprendere il controllo della propria vita, nonostante la presenza di un problema di salute mentale e la necessità di cure. Il recovery dai disturbi mentali non equivale alla remissione completa dei sintomi o all’eliminazione delle ricadute, ma è la capacità della persona di raggiungere i propri obiettivi personali, godendo di una vita significativa e sviluppando le proprie potenzialità con soddisfazione personale, autonomia e responsabilità.

Il CASIG, strumento nato in contesto nordamericano ed oggi adattato a quello italiano, permette di implementare l’approccio culturale del recovery all’interno dei Servizi per la Salute Mentale e dei Servizi per le Dipendenze Patologiche.

Hanno realizzato il progetto di adattamento italiano del CASIG:

  • Rosanna Perone, Psicologo Dirigente presso il S.O.S. Salute Mentale Adulti, ASL 10 di Firenze
  • Fausto Mazzi, Psichiatra, Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche, AUSL Modena
  • Fabrizio Starace, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell'AUSL di Modena
  • Alessandro Svettini, Servizio di Riabilitazione Psichiatrica Precoce e Recovery “Gelmini”, Servizio Psichiatrico Comprensorio Sanitario di Bolzano
  • Giuseppe Mammana, psichiatra, Presidente ACuDiPa - Associazione Cura Dipendenze Patologiche
  • Luisa Fossati, psicologa psicoterapeuta, Hogrefe Editore.