Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

BFIS (Barkley Functional Impairment Scale)

Russell A. Barkley

BFIS valutazione della compromissione della funzionalità.jpg

Sintesi

Finalità:
valutazione della compromissione psicosociale
in pazienti con disturbi psichiatrici o psicologici
Età/target:
18-89 anni
Formato
rating scale (versioni autovalutazione e informatore)
e intervista
Composizione:
15-6 item, secondo le versioni (lunga o Quick-Screen)
Somministrazione:
- forma: individuale (carta e matita)
- tempo: ca. 5-7’, 3-5’ (Quick-Screen)
Scoring:
- forma: modulo di scoring
- tempo: ca. 5-7’, 3-5’ (Quick-Screen)
Psicometria: 
- campione: 621 soggetti 18-89 anni
(versioni self-report soltanto)
Data pubblicazione

maggio 2017

Qualifica

B2

Edizione italiana

Stefano Pallanti e Luana Salerno

L’obiettivo principale della BFIS è valutare la compromissione che si verifica con i disturbi psichiatrici o psicologici, ma può essere utilizzata anche per valutare la compromissione associata a disturbi medici. Il fatto di essere uno strumento validato dal punto di vista psicometrico permette al clinico, a differenza di altre scale, di confrontare con quanto atteso dalla popolazione generale le principali attività della vita potenzialmente compromesse, a livello funzionale, dai sintomi e relativi disturbi mentali o medici.

La compromissione comincia con una perdita o una riduzione dell’efficienza funzionale negli adattamenti umani, fisici e mentali. Quando il funzionamento inefficiente raggiunge un livello tale da iniziare a produrre un’incapacità di adattarsi a risolvere problemi nei principali domini della vita umana, sopravvengono delle conseguenze per l’individuo (cioè ne deriva un danno). La BFIS si concentra sul livello più elevato della gerarchia di compromissione (fisica, cognitivo-comportamentale, psicosociale): il teatro psicosociale dell’efficienza funzionale. La BFIS è quindi eccezionalmente utile per valutare il cambiamento nella compromissione psicosociale in seguito a vari interventi, come trattamenti farmacologici o interventi riabilitativi. In aggiunta, può essere utilizzata per valutare i possibili cambiamenti pre e post-trauma nella compromissione psicosociale.