Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

Quanto la persona è al centro della sua cura? Firenze, 30 novembre 2013

L'annuale punto della situazione dei Servizi di Salute Mentale Pubblica in Toscana

Siamo stati all’8° Convegno di programmazione e verifica sul funzionamento dei servizi integrati per la Salute Mentale, organizzato da Regione Toscana e dal Coordinamento Toscano delle Associazioni per la Salute Mentale, con il patrocinio del Ministero della Salute. Significativamente il titolo di quest’anno era “Quanto la persona è al centro della sua cura?”, e altrettanto significativo era il sottotitolo: “Non c’è salute senza Salute Mentale”.
E l’obiettivo dell’evento era appunto mettere in evidenza strategie, riflessioni, limiti (primo tra tutti le conseguenze della crisi economica e della spending review sulla sanità pubblica) e risorse per la progettazione e la valutazione sempre più efficace degli interventi nella salute mentale. È emerso quanto la risorsa principale stia nel lavoro sinergico dei servizi sanitari e sociali per attivare piani integrati di salute, che tengano sempre più conto dell’unicità di ciascun utente. Questo è infatti portatore non solo di una sintomatologia ma anche di una storia e del suo modo di essere e di stare nella patologia.
Sinergia, proattività, presenza e apertura al cambiamento sono le parole chiave per favorire interventi efficaci nella salute mentale.

Risorse: il programma del convegno
http://www.coordinamentotoscanosalutementale.it/convegni.html