Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

delcorno-img.jpg

Il Centro Medico Santagostino Hogrefe Editore hanno il piacere di presentare un ciclo di eventi culturali sui temi di maggiore attualità in ambito clinico psichiatrico e psicologico.
Lo scopo degli incontri è quello di favorire il dialogo ed il confronto su temi trasversali all'approccio clinico in questa area. Le serate si svolgeranno presso la sede del Centro Medico, in piazza Sant'Agostino 1 a Milano.
Il ciclo sarà composto da cinque serate, durante le quali un relatore di spicco nel panorama nazionale parlerà della complessità nell'approccio clinico al disagio mentale. 
Alla relazione seguirà il dibattito libero con il pubblico, volto a stimolare un approfondimento sulle tematiche affrontate.

Ogni conferenza sarà preceduta da un aperitivo: un'occasione informale di incontro e scambio con il relatore e fra i partecipanti all'evento.

17 aprile 2013

Franco Del Corno
Cambiamento e modelli terapeutici: verso un approccio integrato nella pratica clinica.

Solitamente, il riferimento teorico relativo ai metodi di trattamento rimanda alle tradizionali categorie (psicodinamico, cognitivo, sistemico-relazionale, ecc.) della letteratura e della manualistica più diffusa. Si tratta però di categorie vaste, generiche ed eterogenee: spesso i confini fra l'una e l'altra sono imprecisi; si sono create, nel tempo, categorie “miste” o definibili con difficoltà; nel lavoro terapeutico quotidiano la pratica di forme “pure” di trattamento lascia sempre più spazio all'adozione di tecniche eterogenee e a prestiti anche teorici da quadri di riferimento plurali. In altri termini, possiamo dire che l'attenzione si è spostata dalle “scuole” alle tecniche/insiemi di tecniche e che l'integrazione fra i trattamenti è oggi operativa nel setting personale di molti psicoterapeuti, oltre a essere sempre più compiutamente teorizzata. A proporre – e quasi a imporre – la necessità di queste differenti forme di integrazione è stato come sempre il lavoro clinico quotidiano o, meglio, sono stati i pazienti stessi (le difficult-to-treat-populations, di cui parla la letteratura fin dagli anni '90), con la presentazione delle proprie difficoltà, sempre più spesso difficilmente gestibili da un solo terapeuta e seguendo un unico approccio. A questo punto, si rende necessario un ripensamento del lavoro psicoterapeutico, che preveda una revisione del concetto di outcome dei trattamenti e del concetto stesso di trattamenti evidence-based; la rivalutazione del cosiddetto “aspetto relazionale della psicoterapia”; la progettazione di nuovi disegni di ricerca sui trattamenti psicoterapeutici (ma potremmo dire sui trattamenti in genere, compresi quelli farmacologici e i diversi interventi riabilitativi), fondati su un radicale cambiamento dell’approccio tradizionale alla psicopatologia, che si traduca nello sforzo di “identificare le disfunzioni chiave associate a un disturbo” (per citare Fonagy), nonché il legame tra disfunzione chiave e tecnica di trattamento.

Chi è Franco del Corno
Psicologo, psicoterapeuta, socio fondatore dell’Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica (ARP) e di ARP Studio Associato , è professore a contratto di Modelli e metodi di intervento psicologico presso il Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università della Valle d’Aosta. Presidente di SPR - Italy area group, sezione italiana della Society for Psychotherapy Research , dirige la collana di Psicologia clinica e psicoterapia di Raffaello Cortina. È autore di numerosi articoli e curatore di volumi collettanei sui temi de lla psicologia clinica e della metodologia della ricerca.

Per informazioni e iscrizioni:

http://conferenze.hogrefe.it
info@conferenze.hogrefe.it
tel. 055 5320680