Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

RIO • Report Interpretativo Online
per MMPI®-2, MMPI®-2-RF e MMPI®-A

Daniele Berto e Marco Samory

ALCE

RIO è un sistema interpretativo online del Minnesota Multiphasic Personality Inventory, per tutte le sue versioni attualmente distribuite in Italia. Nasce dalla necessità di avere una procedura uniforme di analisi e di interpretazione di un profilo MMPI (nelle forme 2, 2-RF e A) e di utilizzare un linguaggio comune nell’interpretazione del test stesso.

Sintesi
Finalità: interpretazione dei test MMPI-2, MMPI-2-RF e MMPI-A
Età/target: adolescenti (report MMPI-A) e adulti (report MMPI-2 e MMPI-2-RF)
Formato: report interpretativi online a partire dai punti T
Qualifica: C

Vantaggi

Completezza interpretativa: offre profili ampi e articolati nel rispetto della tradizione empirica del test, ma utilizzando anche tutte le scale e sottoscale aggiunte nel corso del tempo, a completamento delle scale di base. 

Versatilità di utilizzo: è utilizzabile in ambito clinico e in ambito forense e si avvale di regole interpretative e norme statistiche differenziate per contesto applicativo. Inoltre, può essere utilizzata la forma più appropriata al tipo di ambito professionale (adolescenza, clinica, forense, psicoterapia, psicodiagnostica, ecc.), da un’unica piattaforma.

Interpretazione sicura: con RIO si dispone di un sistema con solidi riferimenti e agganci interpretativi e normativi nazionali e internazionali. Il livello di approfondimento descrittivo è decisamente superiore alla norma e i diversi livelli in cui vengono articolate le ipotesi diagnostiche permettono di valutare e di scegliere alla luce della congruenza con i dati clinici sul caso in possesso al professionista.

I report

RIO offre i seguenti report interpretativi:

1. MMPI-2: report clinico – questionario forma completa

2. MMPI-2: report clinico – questionario forma breve

3. MMPI-2: report forense – questionario forma completa

4. MMPI-2: report forense – questionario forma breve

5. MMPI-2-RF: report clinico

6.  MMPI-A: report clinico

Ogni report fornisce:

  • profilo dettagliato ad uso clinico. Per il  MMPI-2  è possibile scegliere tra profilo ad uso clinico oppure profilo ad uso forense utilizzabile in ambito penale
  • ipotesi diagnostiche
  • indicatori terapeutici
  • indicatori di trattamento.

Il profilo trae le proprie descrizioni dai più recenti articoli scientifici e manuali nel settore. RIO si avvale, infatti, di un insieme di oltre 1600 regole decisionali/interpretative poste in ordine gerarchico per lo sviluppo dei report, delle ipotesi diagnostiche e delle indicazioni di trattamento. I report assicurano, in questo modo, un’analisi configurazionale del profilo evitando così i più comuni errori interpretativi dovuti a errata metodologia interpretativa, ridondanza dei valori, contraddizioni, incoerenze o procedure non adeguate o non scientificamente validate.

RIO è facilmente gestibile da una piattaforma online dedicata. Per ottenere i report è necessario semplicemente inserire i punteggi T ottenuti attraverso i sistemi di scoring manuali (griglie di correzione Giunti OS) o informatizzati (programma di scoring di Giunti OS) dell’edizione ufficiale italiana dei test. RIO non fornisce né punteggi grezzi, ne punteggi standard.

Applicazioni

RIO può essere utilizzato in tutti i contesti nei quali sia stato deciso di utilizzare una delle forme del MMPI (2, A, RF).  L’ampiezza del report permette allo specialista di individuare e scegliere le ipotesi diagnostiche più appropriate tra quelle proposte da RIO, nonché le indicazioni terapeutiche in funzione della concordanza con i dati legati all’anamnesi e all’osservazione del comportamento. 

In ambito forense, il report è stato studiato per far emergere situazioni di simulazione e/o dissimulazione di patologia nel corso di accertamenti peritali. In ambito penale il report utilizza specifiche regole interpretative e decisionali finalizzate alla formulazione di una o più ipotesi diagnostiche presentate in forma gerarchica (a partire cioè dalla ipotesi diagnostica più probabile) piuttosto che alla descrizione della personalità.

Il report del MMPI-A, oltre alla consueta accurata descrizione del profilo di personalità, prevede invece una specifica più ampia funzione in termini di ipotesi trattamentali e/o riabilitative collegate alla/e ipotesi diagnostica/che derivate dall’analisi del profilo.

RIO.png

Data di pubblicazione: ottobre 2014

Per informazioni: info@hogrefe.it