Profilo facebook Vai al nostro profilo linkedin Vai al nostro canale YouTube
logo-sito-qi.jpg

Assessment e sviluppo delle competenze organizzative

icon-org-big.png Per un lavoro efficace che porti ad un miglioramento della performance e all’individuazione delle potenzialità in azienda, assessment e sviluppo devono essere due fasi armoniche dello stesso processo.

Una chiave di lettura orientata alle competenze organizzative, permette di saldare questi processi e utilizzare metodologie e strumenti di riferimento nel panorama internazionale della consulenza HR.

Il corretto inquadramento delle competenze connesse alla prestazione lavorativa permette di sviluppare approcci consulenziali che generano valore per i professionisti e per le aziende, attraverso una precisa ricognizione, percorsi di sviluppo, follow-up strutturati.

Mappare le competenze organizzative e rilevare le esigenze di crescita all’interno delle organizzazioni ci permette di proporre interventi di:

  • Assessment & Development Center
  • mappatura organizzativa
  • analisi dei gap formativi e creazione dei piani di sviluppo
  • allineamento tra business e talento individuale
  • identificazione dei best performer per settore/canale e dei fattori comportamentali strategici di successo
  • ri-orientamento motivazionale.

I test: Business-focused Inventory of Personality (BIP)

È un test di personalità focalizzato all’ambito della vita professionale. Si caratterizza per un approccio complesso e multilivello, strutturato in quattro domini di analisi a loro volta articolati in fattori che ne declinano le diverse componenti:

  1. Orientamento Occupazionale (indica la motivazione sul lavoro: a cosa le persone danno valore):
  • Motivazione al Risultato (MR): come vengono affrontati i problemi; automonitoraggio costante  sul proprio operato;
  • Motivazione al Potere (MP): motivare gli altri attraverso processi e strutture;
  • Motivazione alla Leadership (ML): motivare gli altri attraverso influenza sociale.
  1. Comportamento Occupazionale (come le persone scelgono i comportamenti da mettere in atto sul lavoro):
  • Coscienziosità (C): perfezionismo vs. pragmatismo;
  • Flessibilità (F): atteggiamento verso il cambiamento e nuove esperienze;
  • Orientamento all’azione (OA): raggiungimento di risultati, proattività.
  1. Competenze Sociali (come le persone interagiscono nelle relazioni professionali):
  • Sensibilità (S): Percezione dei segnali relazionali;
  • Apertura al Contatto (AC): fare rete e costruire rapporti di lavoro (estroversione);
  • Socievolezza (SO): orientamento all’armonia.
  1. Specificità Caratteriali (peculiarità personali relative alla sfera emotiva):
  • Stabilità emotiva (SE): gestione delle emozioni; controllo delle reazioni;
  • Lavoro sotto pressione (LP): reazioni psicofisiche alla pressione;
  • Autostima (A): indipendenza emotiva (da paura e giudizio).

Il test comprende, infine, quattro indici supplementari:

  • Mobilitá (MOB): disponibilità agli spostamenti;
  • Gestione del Tempo (TO): percezione del tempo sul lavoro;
  • Senso del Controllo (CONT): percezione di controllo su sé e ambiente;
  • Competitività (COMP): competizione sul lavoro.

In preparazione